Un muso da primattrice

di alinamarazzi

Bea in compagnia dei giocolieri (foto di Cosimo Maffione)

Dopo il gatto Osvaldo e Pino il cincillà, sul set di Alina Marazzi si fa largo un altro attore del regno animale. Pardon, attrice. Si chiama Bea ed è una vivacissima cagnetta pezzata bianca e nera. Tecnicamente un meraviglioso esemplare di Border Collie, razza conosciuta anche dai non cinofili per via di uno spot che tanti anni fa imperversava in televisione e aveva per protagonista proprio un cane di questo tipo. Ma in barba a un concetto basso e commerciale di arte, l’abilità di Bea non è certo solo quella di abbaiare a comando. Le sue sono vere e proprie performance di teatro fisico. Il salto dell’abbraccio e l’arrampicata sulla schiena sono le sue specialità. Il primo consiste nell’attraversare un cerchio immaginario creato con le mani e posizionato a diverse altezze. La seconda è invece un rapido balzo effettuato con prontezza e rapidità che porta il cane perfettamente a cavalcioni sulla schiena del suo allenatore. Da sempre divisa fra cinema e teatro, Bea infatti non lavora se accanto a lei non c’è Davide Fontana, suo fidato padrone, anche se, ad osservarli bene, la definizione che suona meglio è quella di compagno. Splendidamente affiatati in coppia, i due lavorano anche da soli. Com’è successo oggi nella scena ambientata al parco, in cui Bea doveva abbaiare, avvicinarsi all’attore e rapidamente tornare indietro. Sarà stato lo charme di Emio dei Linea 77 nei panni di Tommaso, sarà stata il wurstel divorato poco prima dalle sue mani, ma sono bastati pochi ciak per ottenere quello che Alina aveva richiesto. La classe non è acqua sembra dire Bea attraverso i suoi grandi occhioni scuri, mentre, finalmente a riposo, affonda i denti in un enorme pallone da calcio. Sua grande passione fin dai primi anni di vita.

di Caterina Taricano

Annunci