Le ragazze di Alina

di alinamarazzi

Daniela Persico, assistente alla regia e co-sceneggiatrice di Baby Blues

Un gruppo tutto al femminile quello che ruota intorno ad Alina Marazzi. Il cosiddetto reparto regia. Ne fanno parte, tra gli altri, Daniela Persico, assistente di Alina, Francesca Bergonzi, segretaria di edizione e Elide Albertinotti uno degli aiuto registi. Il trio è affiatato e lavora alacremente al fianco della regista. Auricolari all’orecchio e sguardo concentrato, le ragazze seguono insieme a lei lo svolgersi della scena sul monitor. Daniela, che nel film ha partecipato anche alla fase di scrittura, ha il compito di esaminare le scene relazionandole al testo scritto, dare suggerimenti, e talvolta effettuare delle riprese come seconda unità. Francesca, che ha una specializzazione in produzione, deve invece controllare che tutte le inquadrature siano coerenti tra loro e possano quindi essere montate senza errori. Per fare ciò annota su un apposito quaderno tutti i ciak e le variabili riguardanti l’ambiente: movimenti di macchina, sguardi degli attori, posizione degli oggetti. Infine Elide, oltre a dare una mano in fase di ripresa, tenendosi sempre in stretto contatto con il primo aiuto regista Stefano attraverso un walkie talkie, si occupa di organizzare le giornate di lavorazione. È lei infatti che fissa le convocazioni per gli attori, prepara l’ordine del giorno, lo distribuisce alla troupe. A seguire da vicino il lavoro del reparto regia c’è anche Irene Dionisio, che pur facendo parte della squadra di fotografia non abbandona mai la sua postazione accanto ad Alina. La sua mansione è quella di controllare che ci sia sempre la diretta fra la cinepresa e il monitor e, qualora le venga richiesto, fare rivedere il girato. Una macchina che funziona perfettamente, controcorrente rispetto alla consuetudine che vuole ai vertici creativi un’élite tutta maschile.

di Caterina Taricano

Advertisements